ritorna alla homepage
GENESI E REFERENDUM

 

DAL PECCATO ORIGINALE ALLA MANIPOLAZIONE DELLA VITA

 

L’opera d‘arte a soggetto biblico può suggerire, una nuova comprensione scritturistica, un incontro più profondo col divino, oppure può sottolineare un’idea,    collegamento con la realtà contemporanea che ci tocca fortemente.

           Il soggetto che mi ha colpito è la “Caduta dei progenitori” raccontata dalla Genesi (cap.3) e rappresentata in quattro scene nel presbiterio della Confraternita SS. Trinità di Busca (Cn) ad  inquadrare scenograficamente, sulla parete absidale, l’incoronazione di Maria, dipinta da Giuseppe Dalamano da Modena nel 1735. I quattro dipinti, contemporanei dell’edificazione della chiesa nel 1655, rivelano stilisticamente il gusto cromatico e compositivo barocco. Il tema non è la creazione di Adamo ed Eva, ma l’istante della loro “caduta”, la cacciata e la vita dei progenitori (Gen.3),  il tragico assassinio di Abele (Gen. 4). La scelta del tema iconografico, rivela l’intento compositivo del complesso pittorico: l’esaltazione, della Donna vincitrice, la Madre del Salvatore “Stirpe” vittoriosa sul serpente antico (3,15) in un contrasto sicuramente forte.

Nel primo riquadro Adamo ed Eva sono sorpresi da Dio nel giardino mentre, consumato il “frutto proibito”, nascondono la loro nudità (Gen.3,10). Quello successivo presenta,  in un cielo tempestoso e livido,  l’immagine irruente del cherubino che, con la spada fiammeggiante scaccia i progenitori i quali, spaventati, fuggono verso la terra arida abbandonando il giardino di Eden. L’immagine è drammaticamente evidenziata da un forte chiaroscuro  che esalta la velocità dell’azione. Il racconto si conclude, nella quarta scena, con il primo omicidio  del genere umano: un fratricidio.

           Le quattro scene, nel contrasto con la gloria della Donna umile e obbediente, esprimono chiaramente la precarietà  della condizione umana che vive il limite del peccato e fanno riflettere, perché lasciano emergere  qualcosa di dolorosamente famigliare e quotidiano.

 Cos’è dunque questa  specie di dramma che a partire dall’umanità primigenia accompagna la vita di ogni uomo?



Per informazioni e approfondimenti contattaci: mirellalovisolo@gmail.com

Ritorna all'indice articoli


Ritorna alla home page